Come vestirsi per un cocktail è una questione delicata, soprattutto perché è una delle occasioni che si è alterata di più col passo del tempo.

Oggigiorno a quasi qualunque tipo di evento si chiama “cocktail”, c’è una gran confusione in ciò che riguarda a questo evento, cosicché mi è sembrato più utile incominciare per la definizione del dizionario di questa occasione:
Riunione o festa dove si prendono cocktail, generalmente di pomeriggio.

Cocktail, una parola di origine anglosassone, cocktail, definisce una delle migliori opportunità per mostrare tutta l’eleganza della quale sei capace.

Un cocktail non è un pranzo, non è un matrimonio, una festa qualunque né un incontro di lavoro o un concerto normale, benché l’Opera si è un posto appropriato per vestire di cocktail.

Un cocktail è una riunione in piede per bere qualcosa, un’occasione per conversare, socializzare ed avere l’opportunità di conoscere persone, e ha regole concrete che conviene conoscere e rispettare scrupolosamente se vuoi sentirti comoda in quella situazione.

L’evento si svolge in piedi, il che non vuole dire che debba resistere ore sopra le tue bellissime scarpe col tacco, ci saranno sicuramente posti per appoggiarsi o sedersi, ma è qualcosa a tenere in conto nel momento di scegliere il look.

Non ti sbagliare, non ti prendere alla leggera quella riunione, si tratta sempre di una situazione formale. L’abbigliamento di cocktail viene indicato nell’invito all’evento, in caso di dubbio è meglio domandare agli organizzatori dell’evento, se si sono presi il disturbo d’indicarlo, ti assicuro che non sperano che ti presenti con un abitino banale.

Ha regole di etichetta che si sono rilassate col passo degli anni, ma se qualcosa è determinante in un cocktail, quello è il posto dove si realizza: non è la stessa cosa un cocktail in un’ambasciata che in una casa privata o un albergo.

Oggigiorno non devi vestirti obbligatoriamente con un abito di pizzo nero per molto formale che sia l’occasione, il colore e le forme alternative incastrano perfettamente in questa situazione.

C’è una regola non scritta che può risultarti utile: in un cocktail non si veste mai in lungo e non c’è naturalmente nessun obbligo d’indossare un abito.

Un completo, un abito con pantaloni sotto, col quale inoltre ti sentirai più sicura se hai eccesso di peso o qualunque altro capo d’abbigliamento che ti piaccia, pensa a quelli coi quali ti senti bene e dopo adattali all’occasione scegliendolo nei tessuti adeguati ed aiutati con gli accessori.

Cerca sempre d’incorporare al look un tocco in contrasto o qualcosa trasgressore, una pettinatura eccessiva, un borsetta gioiello o dellei scarpe in contrasto.

Scegli tessuti di aspetto lussuoso. Se vuoi un look abbastanza tradizionale e senza rischi, scegli una delle due sagome più caratteristiche di queste occasioni, lineale…

…o ispirazione anni 60, quali queste occasioni erano molto abituali, funziona sempre.

Le scollature sono qualcosa di fondamentali negli abiti da cocktail, nel mio caso le profonde scollature nella schiena sono la mia debolezza.

Per quanto riguarda il colore io non credo nelle regole, è molto più importante adeguare il look all’occasione ed al posto e soprattutto sentirti bene, quello di colori chiari per il giorno ed oscuri per la sera non è oramai un obbligo.

Ti suggerisco di evitare la colori pastello, ma quella è una preferenza personale. Crea il tuo proprio look d’accordo col tuo stile e, se hai dubbi, puoi utilizzare sempre il mio servizio Stilista Online, concerta un’appuntamento online con me e ti aiuterò a migliorare il look ed a modificare quello che possa trasformarsi in un inconveniente.

Se il tuo stile è casual potresti cercare una potente nota animalier che nessuno si aspetta, e non solo con motivo leopardo, ci sono altri favolosi motivi animali, benché mangari hai voglia di qualcosa più sofisticata. Se non ti senti bene con gonne, forse preferisci una tailoring impeccabile, sempre d’ispirazione animale, per avere un cocktail dressing eccezionale.

Se invece di un autentico cocktail si tratta di una riunione alla quale hanno voluto chiamare “cocktail” per dare maggiore prestigio all’incontro, allora si tratta di una situazione più informale, puoi rilassati perché non dovrai tenere in conto queste regole. In questo caso non credo che abbia molti dubbi nel momento di vestirti o puoi cercare altri posts di contenuto più specifico per l’occasione.

E se credi che avrai freddo non stonerai con una giacca di pelliccia, (naturalmente finta), ma non avere paura dei contrasti, anche sarai favolosa un Perfetto di cuoio che farà il look più moderno.

Non ti dimenticare che un cocktail non è una festa di capodanno, evita i capi d’abbigliamento ed accessori che trasmettono una certa sensazione di frivolezza notturna, lascia questo tipo di articoli ed accessori per le tue uscite notturne con amici.

Oggigiorno si presentano poche occasioni di vestirci di cocktail ed invece è un’esperienza che merita per cui, se non haui nessuna hai nessuna, creala con degli amici!

Nelle mie reti sociali troverai oggi dei video d’ispirazione per essere la perfetta cocktail girl.

E ricorda: you are beautiful just as you are!

Come vestire per un cocktail
5 (100%) 5 votes

Artículos relacionados