Se il tuo obiettivo per il tuo prossimo viaggio è fare la valigia perfetta, non puoi perderti questa guida logica che ti spiegherà, punto per punto, i passi a seguire per farla, tenendo conto le domande fondamentali alle quali devi rispondere prima di cominciare: dove, quando, quanto tempo e perché.

L’autentico trucco per fare la valigia perfetta è, in primo luogo, rispondere con obiettività ed onestà a queste domande.

Se credi che puoi fare la valigia perfetta nell’ultimo momento ti sbagli, è praticamente impossibile che tu sia capace di raccogliere tutti gli elementi della valigia sotto la pressione delle frette, per cui prima di tutto pensa agli obiettivi e le necessità del viaggio.

Con le idee chiare, incomincia a mettere sopra qualche tavolo di casa le cose fondamentali che ti vengano in mente come elementi fondamentali di quella valigia, oggetti o forse accessori che consideri fondamentali e che non puoi assolutamente dimenticare.

Quando non sia a casa e ti vengano in mente idee prende nota. Non ti consiglio di fare una lista fisica perchénon l’avrai sempre a mano, puoi utilizzare i posts it con note attaccati in giro per casa ed i’ufficio, l’applicazione di note del cellulare o un registratore, quello che meglio si adatti alla tua vita, ma quello si, non smettere di registrare idee.

Mentre continui a pensare ai capi d’abbigliamento ed oggetti ed alla durata del viaggio, continuerai a farti nella tua testa un’idea del tipo di contenitore che ti serve: un porta-abiti per arrivare impeccabile a quella riunione business, una valigia dove possa mettere i capi d’abbigliamento piegati, uno zaino con molta capacità, ma poco ordine, un trolley per muoverti velocemente tra aeroporti e treni…ogni tipo di valigia ha vantaggi e svantaggi.

Incomincia a fare la valigia almeno un giorno prima del viaggio, benché debba mettere la valigia per terra nella tua camera da letto.

Pensa ora mentalmente all’attività che svilupperai ogni giorno e “vestiti” senza dimenticarti degli accessori, essere in viaggio non giustifica trascurare la tua immagine. Questo include qualche elemento “inutile” di quelli che apportano personalità ed originalità tua immagine, senza nessun apparente vantaggio pratico. Questo capriccio, servirà per dare carattere al tuo look in qualche momento speciale del viaggio.

Prima sempre le scarpe. Se devi mettere quelle che utilizzerai l’ultimo giorno, lascia lo spazio riservato per loro in un angolo della valigia.

Devono essere pulite ed inbustate individualmente, pronte per utilizzare. Puoi usare borse di feltro o plastica, sceglie quello che risulti più resistente ed adeguato per il tipo di calzatura che porterai.

Sceglile con una mentalità molto pratica, una calzatura scomoda trasformerà qualunque viaggio in un incubo. Tanto in un viaggio di lavoro come in ferie, avrai bisogno di un paio di sneakers per lo sport, una passeggiata o una visita turistica. Perfino i viaggi di lavoro più esigenti hanno qualche momento di spargimento.

Dopo i vestiti. Quello che ti serve ogni giorno, secondo clima ed occasione di uso, ma non ti dimenticare di introdurre qualche elemento con scintilla senza nessun apparente vantaggio pratico. Quel capriccio servirà per dare carattere al tuo look in qualche momento speciale del viaggio.

Nei viaggi di lavoro questa pianificazione è specialmente importante, ma anche se vai via in ferie, benché, in questo caso, devi dare priorità alla practticità…avrai occasione di acquisire qualche capriccio nel tuo posto di destino che apporti dopo personalità al tuo guardaroba.

Il seguente passo è ottimizzare la valigia. Lo spazio è limitato percui pensa ad elementi che possano apportare variazioni appoggiandosi sui capi d’abbigliamento di base che abbia introdotto, capi ed accessori che possano aiutarti a trasformare il tuo look durante il giorno a seconda dell’occasione: da una maglietta per assistere ad un concerto fino ad una gonna di tafeta per un compromesso formale notturno.

Per quato riguarda al modo di piegare i capi, hai bisogno soprattutto di essere impeccabile: Gli abiti sempre in porta-abiti, anche quelli da donna. I capi d’abbigliamento grandi come gonne e pantaloni, più piatti e con meno pieghe possibili, approfitta di tutta la lunghezza della valigia. Tutta la maglieria arrotolata o anche piatta, quello che meglio si adatti alla forma della tua valigia.

Metti ora la biancheria intima. Conta sempre due unità per ogni giorno, soprattutto mutande. Pensa che la biancheria intima deve stare in armonia coi capi che porti. Un esempio sarebbe unreggiseno giusto per un abito senza brettelle o delle mutande perfette per pantaloni molto stretti.

Calze, calzini e foulardi riempendo bucchi e proteggendo zone o capi delicati.

Ora, gli articoli estra.

Una volta fatta la base puoi incorporare elementi extra che servano di aiuto in occasioni non previste e incidenti. Per esempio, capi che si macchiano, benché anche i servizi di pulizia del hotel possano aiutarti con questo problema.

Questi estra devono essere flessibili e funzionare bene con altri componenti della valigia.

Conviene mettere nella valigia dei jeans, tanto se si tratta di un viaggio di lavoro come delle ferie, ma assicurati che siano del peso adeguato per le temperature del momento.

Il beauty deve essere perfettamente isolato, per questa ragione il mio consiglio è che lo porti nella tua borsa se è possibile, se no, dentro la valigia. In entrambi i casi nessuna protezione è sufficiente. Esagera. I liquidi dentro il bagaglio sono un autentico pericolo e la massima protezione è sempre poca.

Esistono borse e contenitori specifici preparati per i viaggi che ti consiglio di utilizzare. Hanno le cuciture sigilate, è per questo che sono molto affidabili.

Evidentemente non è la stessa cosa una valigia per 3 o 5 giorni che, per 1 mese, ma le regole principali non cambiano.

Perfino per un viaggio di lunga durata il mio consiglio è di non portare “tutto l’armadio”, creerà confusione nel posto i destinazione e non riuscirai a gestire bene le tue risorse che devono essere sotto controllo.

Non dimenticarti di mettere in un angolo una borsa dove depositare i vestiti usati che oramai non siano puliti. Se il viaggio è lungo e non è stato possibile mettere in valigia abbastanza vestiti, puoi utilizzare i servizi del hotel o acquistare qualche capo, forse qualcosa di esotico che serva inoltre per apportare originalità al tuo armadio, e anche biancheria intima.

Ricorda che, se non hai tempo o non hai voglia di affrontare quella valigia, puoi delegare questo lavoro che si è trasformato in una complicazione ed il cui pensiero ti inquieta. Utilizza il mio servizio Valigia. Chiamami ed io farò la Valigia perfetta per te.

Infine, un consiglio pratico: Disfa la valigia al arrivo per potere accedere a tutto con facilità. Se non ti fidi della pulizia utilizza i tuoi stessi contenitori per proteggere le tue appartenenze, ma colloca tutto in maniera accessibile.

Gli oggetti di valore e gioielli vanno sempre con te durante il viaggio eall’arrivo nella cassaforte del albergho se è disponibile, mai nascosti nella stanza…i gioielli sono in realtà solo adeguati in un viaggio di lusso. Se no, porta quello che possa indossare per non dovereessere semre preoccupat@.

La valigia perfetta è pronta. Buon viaggio!

Come fare la valigia perfetta
5 (100%) 4 votes

Artículos relacionados