Se stai cercando l’equivalenza taglie di pantaloni da uomo, forse te e sei già reso conto che esistono variazioni tra le tavole di misure che trovi.

Lo so, tu vuoi che io ti dia una soluzione veloce per entrare in un negozio e chiedere un pantaloni che sia esattamente della tua taglia, senza dovere provare diversi e senza perdere tempo, ma qualcuno deve dirtelo: quella tavola “magica”, non esiste.

Per questo motivo, se acquisti un pantalone online, fallo solo se ti permettono di cambiarlo taglia.

Puoi trovare una di quelle tavole che ti propongono una corrispondenza di taglia, ma per consultarle, la prima cosa che devono tenere in conto è l’atezza, benché quasi nessuna tavola lo faccia. Se cerchi una tavola di misure online, assicurati che tiene anche in conto questo dato fondamentale della tua fisionomia, in questo modo la corrispondenza che ti proporzionerà sarà il più affidabile possibile.

Le tavole di misure sono un labirinto di numeri che non tengono non solo non sempre tengono conto dell’unità di misura di ogni paese, ma neanche possono riflettere cambiamenti che corrispondono alla filosofia e lo stile di ogni marchio, specialmente nel caso del più casual per giovani, ma anche ciò che riguarda ai capi d’abbigliamento disegnati per adulti.

Te lo spiego. Le tavole di misure tengono principalmente in conto vita ed il bacino, cioè, la misura del contorno di quelle parti del corpo, ma molte di loro non tengono per esempio in conto la profondità del cavallo né naturalmente il volume di ogni modello in concreto.

Voglio invitarti a ragionare su quel concetto in modo che anche tu metta in discussione qualunque regola fissa. Cercherò piuttosto di spiegarti quello che devi cercare a seconda del risultato i cui hai bisogno…

Probabilmente qualche volta hai visto un uomo con un pantalone diverse taglie più grandi di quella che gli corrisponderebbe e hai pensato a quanto bene stava…

Un esempio semplice: immagina che vuoi creare più complicità coi tuoi figli e ti piacerebbe condividere lo stile di pantaloni casual che a loro tanto piace.

Sceglie allora un pantalone di stile “spensierato”, largo, comodo e con un cavallo molto basso, ma compratelo una o due taglie più grande di quella che corrisponde alla tua vita ed bacino. Se senti che non sei capace d’indossare pantaloni “sbragati” mettiti una cintura casual e lascia che quel volume estra si accumuli di forma eccessiva, otterrai l’effetto che cerchi.

Per l’esempio contrario scegliamo la situazione molto diversa: una persona giovane nella sua prima intervista di lavoro.

Che non ti venga in mente di pensare a quei pantaloni “comodi” ai quali sei abituato, questa occasione ha bisogno cioè di un look che trasmetta sicurezza e fiducia che allontani la tua mancanza da esperienza pratica della testa dell’intervistatore, ti serve tutta la formalità della quale tu sia capace.

Per riuscirlo hai bisogno di un pantaloni stretto, perfino se non porti abito e ti metti una giacca di un colore diverso.

Tre sono allora i componenti a tenere in conto e coi quali giocare: taglia-stile-occasione d’uso. Valutali con attenzione per scegliere il pantaloni corretto nella taglia più conveniente per ogni occasione. Tenendo in conto la quantità di combinazioni possibili di questi tre elementi, dovrai necessariamente adattarli al tuo guardaroba e stile di vita per valutarli tutti.

Per comprendere meglio i tipi di pantaloni dei quali sto parlando, consulta prima di continuare mio post Tipi di pantaloni da uomo, ti aiuterà a capire come scegliere la taglia di pantaloni che più ti conviene.

Se vuoi ottenere un buon risultato la cosa prima da cercare sono i marchi la cui vestibilità ti stia meglio. Non ci sono qui scorciatoie né trucchi possibili, devi dedicare un po’ di tempo a provare pantaloni di diversi tipi per conoscere i marchi che funzionano meglio col tuo fisico.

Prova diversi modelli di ognuna, comproverai che esistono variazioni importanti tra i pantaloni stretti, medii e larghi dello stesso marchio, cioè: che i pantaloni slim fit di un brand siano perfetti per il tuo fisico, non vuole dire che i baggy lo siano pure.

Ah, non dimenticare che i jeans, dovuto al comportamento del tessuto denim e le modifiche che soffre per i differenti lavaggi e trattamenti, hanno la loro propria vestibilità e regole percui, provali anche.

Dedica ai pantaloni jeans il tempo che meritano, stanno tra i protagonisti indiscutibili della tenuta maschile, poiché ora, inoltre, si sono incorporati al look di lavoro senza complessi.

E non sottovalutare le differenze di vestibilidad ed itaglia tra le diversi brand di specialisti in denim e non solo,nello stesso marchio, nella stessa taglia, ma con due trattamenti differenti che possono inferire decisivamente non solo nell’aspetto, bensì nel volume dei pantaloni.

Non ci sono ricette fisse, prova differenti modelli di qualunque pantalone in qualunque marchio fin che trovi quelli che meglio si adattanoa te perché, un pantalonie che faccia un effetto “pannolini” o sembri dei leggins, potrebbe metterti in difficoltà in qualche occasione.

Artículos relacionados