È la prima domanda che ti fai quando t’invitano a un matrimonio. Cosa mi metto?, Ci sono delle regole su cosa è appropriato indossare o non indossare per andare a un matrimonio?

La risposta è sì, sebbene non tutte siano regole “scritte”, ci sono regole di buon senso e regole per ignoranza che questo post tenterò di ´chiarire, ma ci sono altre regole più importanti, se ciò è possibile, quelle di cattivo gusto, che sono evitabili fino a un certo punto perché, sia dal punto di vista dell’educazione che dell’estetica, ci deve esserci il desiderio di imparare per combatterli.

I protocolli cambiano in base al tipo di matrimonio, al paese in cui ha luogo o di cui sono gli sposi , il periodo dell’anno, se il matrimonio è civile o religioso e, naturalmente, il tempo , se è un matrimonio di giorno o sera. Questo post è dedicato al protocollo per delle nozze di giorno in abito lungo.

Raccogli informazioni e valuta la tua partecipazione, dettagli come la durata stimata o se l’evento si svolgerà sul campo o in città. D’altra parte, la tua partecipazione all’evento non sarà la stessa se si sposa una persona cara, un fratello o un buon amico, come se partecipi semplicemente come ospite al matrimonio di un figlio del tuo capo.

 

 

Cosa indossare in caso di protocollo di matrimonio” in lungho”

Il protocollo cambia in base al matrimonio e le condizioni sono di solito stabilite nell’invitazione che ricevi, se non ci sono indicazioni precise, sarai tu a scegliere liberamente l’abitgliamento, non ci sono regole, anche se le particolarità devono essere prese in considerazione in modo che tutti , incluso te, sentiti a tuo agio.

 

Dal punto di vista di chi si sposa, è conveniente scegliere un codice di abbigliamento e comunicarlo agli ospiti in modo da non mettegli in una situazione difficile.

Anche se sono i matrimoni serali / serali che di solito richiedono un abbigliamento da donna in lungo, ci sono molti matrimoni di giorno in cui gli sposi scelgono abiti “lunghi” che sicuramente condizionano il look femminile.

Tessuto e colore sono gli elementi da scegliere per un look e una silhouette perfetti ,e i tessuti vaporosi e i colori tenui sono di solito l’opzione preferita con la differenza, ma ti invito a verificare che la tonalità del colore non sia troppo chiara, nella nostra cultura le spose di solito vestono di bianco, e la prima regola non scritta è che la protagonista assoluta dell’evento è la sposa ,e nessuno dovrebbe competere con lei, e fa pure attenzione alle scollature, specialmente in una cerimonia religiosa.

E se fosse un matrimonio di lusso?

 

Anche l’ambiente sociale è decisivo, tieni presente che non sarà lo stesso scegliere un look per un matrimonio in un castello di persone molto ricche, rispetto a un matrimonio di persone con meno potere d’acquisto in un albergho in città.

Gli abiti lunghi con motivi fantasia o broccati danno un aspetto sorprendente e aristocratico, sono perfetti se vuoi che ti considerino meglio in un ambiente difficile”, ma devi essere consapevole che non sono abiti facili da indossarre. Pesanti e quasi sempre ingombranti, hai bisogno di controllo e concentrazione per maneggialli, inoltre, se si vede che sei a disagio, saranno una tortura e possono farti sentire in ridicolo.

 

In caso di protocollo in lungo c’è qualcosa che di solito impedisce di dormire alle donne che preparano il loro look … il capospalla.

Sul blog hai un post dedicato con opzioni: Chè cappotto mi metto con un abito lungho?, ma il mio preferito è sempre un lungo mantello che, sebbene sembra un po’ ‘complicato, è facile da ordinare da un sarto di fiducia se lo fai con il tempo.

Protocollo di matrimonio di altre culture, alternative “lunghe”

Ultime, ma non meno importanti, le possibili peculiarità culturali, come delle nozze musulmane o un matrimonio indù.

Se possibile, parla direttamente con gli sposi, in caso contrario, cerca persone ben informate sull’evento, soprattutto se partecipi a un matrimonio per obbligo, è possibile che ci sia un protocollo rigoroso che dovresti seguire. Informati, partecipi ad un matrimonio senza informazioni è gettasi a una scogliera sociale e di stile.

Adattati alle norme e alle caratteristiche, non cercare di combattere contro le norme e i costumi, perderesti, se non ti piacciono le norme, non andare, sii flessibile e prova a trovare soluzioni tra le risorse del tuo armadio e pensa a alternative, tutte le culture del pianeta hanno abiti meravigliosi, immergiti tra i tuoi abiti fino a trovare quello che si adatta meglio alla situazione e alle tue caratteristiche fisiche. Una tutta ad esempio, può essere un’alternativa “lunga” che non stai prendendo in considerazione, e con la quale potresti sentirti più a tuo agio senza perdere il protocollo “lungo” richiesto nell’invitzazione.

 

Quando il protocollo indica abbigliamento “corto” …

Vestirsi con capi “corti” per un matrimonio ha sia vantaggi che svantaggi, in quanto una donna estremamente magra troverà più difficile trovare un capo corto che non la faccia sembrare filiforme. Qui entrano in gioco tessuti strutturati, perfetti per abiti da invitata corti.

 

Abito corto con tessuti strutturati o leggeri?

Se l’invito indica abbigliamento “corto” non ti ribellare, l’invito è la chiave per sapere come vestirsi, e non c’è niente di peggio che andare a un matrimonio vestita controcorrente, ti sentirai a esposta e farai brutta figura, anche se quel abito lungo che volevi indossare ti sta benissimo.

 

Cerca una silhouette in base alle tue caratteristiche fisiche, se ad esempio sei molto magra, come ho suggerito prima, cerca in tessuto strutturato che dia volume alla tua silhouette.

Se addirittura il matrimonio e pure un evento al quale assisti per un compromesso e vuoi avere un aspetto “importante”, ti suggerisco tessuti broccati, gli abiti in questi tessuti creano questo aspetto “importante”, ma il peso del tessuto opaco broccato (lucido diventa troppo sera), fa che il capo abbia più valore ma non risultano fuori posto.

Puoi anche cercare taffettà liscio o stampato, di solito più accessibile e con risultati spettacolari in termini di presenza, ma più accessibile se stai cercando qualcosa di più economico.

 

I tessuti leggeri hanno la tendenza a gonfiarsi, quindi non li consiglio se sei una ragazza formosa.

Per quanto riguarda il colore, sconsiglio sempre il colore nero, ma solo perché nelle nozze diurne è il colore che è peggio nelle foto, non c’è altro motivo e ovviamente il protocollo non lo proibisce.

Se stai cercando un colore scuro per motivi di silhouette, ricorda che il nero non è l’unico colore scuro: blu navy, melanzana scura o verde oliva intenso, sono alternative che prendono vita con gli accessori giusti.

Protocollo e scollature, attenzione a scoprire troppo

Gli abiti corti sono generalmente realizzati con modelli scollati, quindi parliamo ora di un tema fondamentale ai matrimoni.

Se devi sapere come vestirti per un matrimonio di giorno, una delle cose che dovresti sapere è se il matrimonio sarà civile o è un matrimonio religioso.

 

Nel caso dei matrimoni civili i limiti quando si parla di scollature sono più rilassati, ma se parliamo di matrimoni religiosi diventano un problema importante.

Per quanto dopo il matrimonio ci sia un banchetto, non assisti a una festa bensì ad un matrimonio o e le scollature galattiche non sono ben viste in tutti gli ambienti.

Quando il matrimonio è civile puoi scoprire le tue belle spalle e quelle gambe favolose che tutti ammirano, ma nel caso di un matrimonio in chiesa, la cosa giusta da fare sarebbe rifiutare educatamente l’invito se non ti va di andare in chiesa e non vuoi scendere a compromessi.

Altrimenti, devi accettare che gli sposi hanno scelto un matrimonio in chiesa con le sue regole e che, se vuoi accompagnarli, devi adattarti alle loro regole, sapendo che loro, e il resto dei partecipanti meritano lo stesso rispetto che chiedi. per te.

In realtà, oltre alle scollature dovremmo davvero parlare pure di mostrare soltanto piccole quantità di pellemi riferisco solo alle scollature profonde ma anche a scollature di tutti i tipi, schiena e spalle, ma anche a minigonne molto mini.

 

Se non vuoi condizionare il tuo outfit in chiesa e vuoi vestirti più liberamente, puoi cercare giacche, scialli, ecc. (ricorda che puoi anche avvolgerti in uno scialle chiuso in un nodo sul retro come una conchiglia), o semplicemente aspettare gli sposi all’uscita della chiesa e vestirti liberamente e senza protocolli per la celebrazione che viene dopo.

Ti do delle alternative, ma penso che alla fine le decisioni di questo genere siano prese in base al rapporto che hai con la coppia e all’importanza che abbia per te essere presente in questo momento della loro vita.

Vestire stile casual “corto”, due pezzi o abito

 

Non tutti gli abiti da invitata devono essere realizzati con tessuti rigorosamente particolari, c’è una tendenza con più interessante in cui un abito più casual è al centro della scena, non è inappropriato e ovviamente rispetta il protocollo.

Se hai bisogno di sapere come vestirti per un matrimonio di fine estate, una gonna elegante da indossare con una camicetta o un top come nell’immagine sopra, può essere un’ottima opzione.

La lunghezza midi è perfetta in queste occasioni, puoi leggere il mio post per saperne di più Impara a vestirti bene con gonna Midi, Come abbinarla secondo il tuo stile e l’occasione.

Il fatto che la gonna sia elegante non significa che il tessuto sia necessariamente di festa, cerca modelli di gonne con forme e volumi significativi, che abbiano una buona immagine e siano fatte di un tessuto speciale, ad esempio con una stampa che catturi la tua attenzione … gli accessori saranno molto importanti in questo tipo di look.

Un abito dalla forma particolare e con dettagli fuori dal comune, è un’alternativa attuale, semplice e pratica, che si adatta al protocollo di un matrimonio di giorno, e dico pratica perché diventa un investimento peril tuo guardaroba, dal momento che è quindi possibile trasformarlo, sempre con l’aiuto di accessori, per usarlo come Look per cena aziendale, o per un evento più informale.

 

Dal punto di vista di oggi, vestirsi di “corto” è molto più moderno ed elegante ed è più moda che vestire in lungo. Personalmente lo preferisco, ed è più comune nei paesi con una cultura della moda più avanzata.

Ci hai creduto?

In realtà, è stato solo un esperimento per farti capire la forza che blogger, “opinionisti” e presunti esperti in moda hanno su ciò che indossi e ciò è peggio, su come ti senti.

 

Non lasciare che nessun “guru” ti dica che non puoi assolutamente indossare qualcosa che desideri, ovviamente stai leggendo questo post perché esistono le regole del protocollo e, se non vuoi trasgredirle (qualcosa di legittimo se hai motivi personali per farlo), devi conoscerli e usarli, così puoi vestirti in modo appropriato, ma con “libertà”.

Per il resto, e se non ci sono indicazioni precise nell’invito, sei libera di vestirti come vuoi, ciò che conta è che stia bene, e quello si raggiunge attraverso un’adeguata ricerca di capi realizzati con tessuti che favoriscono la tua silhouette creando un outfit col quale ti senti a tuo agio.

L’obiettivo è che lo specchio restituisca l’immagine di una “te” che ti piaccia, con la quale puoi partecipare al matrimonio sentendoti grande, senza dubbi sul tuo aspetto e con senso di sicurezza, la vera garanzia di ottenere un bell’aspetto come invitata del matrimonio.

 

Voglio anche enfatizzare ancora una volta i pericoli del bianco in caso di un matrimonio religioso, non importa si è sono abiti corti o lunghi oppure un completo…meglio nero anche se rischi di sembrare una macchia scura nelle fotografie.

Ricorda che la moda cambia, gira e gira su sé stessa come un gatto, ciò che quando mancano sei mesi per il matrimonio è fichissimo, quando arriva il momento è normale, quindi non lasciarti condizionare dalle improvvise tendenze di morte imprevista e cerca di te stessa nel look che scegli.

Nessun protocollo può farti rinunciare alla tua personalità

Non tingere i capelli di un colore che non ti piace perché sembra più appropriato e, naturalmente, non cercare disperatamente di nascondere quel tatuaggio che ti sei fatta quando eri in vacanza, sei tu, chiunque si sposi.

Il travestimento non è mai una buona alternativa, prima o dopo la comparirà la tua vera persinalitá,  e travestina non saprai nemmeno come comportarti. Io invece ti propongo di cercare sempre soluzioni con le quali ti senti a tuo agio e che rientrino nelle regole del protocollo che la gli sposi chiedono nell’invito.

Se ritieni di aver esaurito le risorse e non riesci a risolvere il problema chiamami, Il servizio MD Personal Shopper Molto piú che un Evento, è pensato proprio per queste situazioni, un consulente d’immagine personale ti garantisce un look impeccabile e anche uno stile proprio.

Protocollo per matrimonio di giorno

 

Regole del protocollo di nozze che non dovresti violare

Oltre alle regole del protocollo stesso, voglio aggiungere alcune regole di “buon gusto”, perché in realtà il protocollo in quanto tale viene utilizzato se devi partecipare a un “matrimonio reale”, e credimi in quel caso sarà vera Casa Reale, che non lascia nulla di così importante a caso, chi ti contatterà se hai bisogno di assistenza o hai domande.

Le altre regole, quelle di buon gusto, hanno più a che fare con il buon senso e l’educazione, una che evita un “brutto momento” a te e agli altri partecipanti all’evento.

Protocollo per matrimonio di giorno

 

La regola di base se si è in un matrimonio religioso, è sempre la stessa: evitare abiti che potrebbero assomigliare al possibile abito della sposa, lunghi e di colore chiaro, le spose non indossano sempre un abito bianco ottico.

Infine, l’elenco degli orrori, che rientrano sempre nella categoria “cattivo gusto”, e in cui ci sono cose come indumenti trasparenti (sì, propio quello, ci sono quelli che sono anche in grao di quello…), perché potrebbero esserci molti modi di togliere il protagonismo  alla sposa.

Dal punto di vista opposto, quello del ridicolo personale, vi invito a ragionare su determinati eccessi, anche se in verità questo punto è applicabile anche alla vita di tutti i giorni …

Dal punto di vista opposto, quello del ridicolo personale, ti invito a ragionare su determinati eccessi, anche se in verità questo punto è applicabile anche alla vita di tutti i giorni …

Parlo delle tonnellate di trucco che, essendo un’occasione speciale, alcune donne decidono di aumentare in un “modo speciale”, portando il risultato all’assurdo.

Le “maschere di carnevale” sono tutt’altro che raffinatezza esono invece molto vicine all’estrema volgarità … se non sai come truccarti non sperimentare perché è un giorno speciale, meglio la tua bellezza naturale, e se lo sai fare e di solito abusi, potresti chiedere un’opinione qualcuno obiettivo al di fuori del tuo ambiente, la risposta potrebbe sorprenderti.

Protocollo per matrimonio di giorno

 

Il tema degli eccessi si applica anche ai capi decorati che sono pieni di applicazioni, e ovviamente anche a biggiotteria e gioielli, pure alle acconciature.

Ancora una cosa, non c’è niente di più “squallido” che toglierti le scarpe perché non puoi più toglierlo, meglio scegliere scarpe meno “favolose” ma più comode, che puoi indossare fino alla fine della giornata … quello sì è vero protocollo!

 

Diventa un esempio di buon gusto, questa é sempre una scommessa vincente, parola di MD Personal Shopper.

Seguimi in Instagram, troverai ogni giorno imagine d’ispirazione per migliorare il too look.

Se ti è piaciuto questo post partecipa lasciando un commento, le tue esperienze personali sull’argomento completeranno le informazioni e le arricchiranno, aiutando i lettori successivi con ulteriori suggerimenti ed informazioni extra.

 

 

Contacta conmigo